BIOGRAFIA

L’autodidatta Ignazio Colagrossi nasce il 15 giugno 1953 a Capranica Prenestina, un paesino arroccato sui monti Prenestini a circa 50 Km. da Roma. Gli studi in istituti ecclesiastici in Viterbo, Palestrina, Città del Vaticano, non risolvono gli impulsi esistenziali del giovane, maturando così, nella ribellione, la sua vocazione d’artista nella poesia, pittura e scultura.

L’attività artistica di Colagrossi, fuori dalle mura domestiche, ha avuto inizio nel 1995, con l’incontro di Ughetta Lanari, allora speaker di Radio Dimenzione Suono due, che leggendo alcuni suoi scritti ed apprezzando il profondo contenuto,  gli propose la pubblicazione di, “Dentro l’Anima” volume di poesie, edita da il Calamaio, prefazione di Francesco Boriani, nel 2002 segue la seconda pubblicazione dal titolo “Oltre l’incantesimo Donna” edita da Edizioni Kappa, prefazione di Mario Morcellini, “dedicato alla dimensione femminile per avermi donato lungo il percorso della vita il complemento del mio essere”

Solo nel 2010, decide di portare in fonderia il Volto di Cristo, scultura che realizzò nel 1977 da un blocco di gesso, con la tecnica del togliere il superfluo dal volume, e realizzarne l’opera bronzea, per la quale, nell’udienza generale del 14 aprile 2010, é stato ricevuto dal Santo Padre Benedetto XVI, per la Benedizione della prima copia dell’opera, che per volontà dello stesso artista una copia è stata inabissata nello stesso anno, nei fondali di San Felice Circeo (LT).

Con l’arte della tridimensionalità della scultura, ha rafforzato un sentimento ancor più potente verso il futuro, che dopo molteplici vicissitudini, lo ha portato a vedere il senso della propria vita, trovando con la scultura stessa, l’equilibrio tra il tormento e la pace dell’anima, e nel 2012 decide di progettare e costruire personalmente il forno fusore, per poter essere il più possibile autonomo per la realizzazione delle sue opere in proprio.

Colagrossi nel corso degli anni si è dedicato fra presentazioni, mostre collettive e personali, a divulgare la sua espressione artistica, riscuotendo consensi critici, con vari riconoscimenti e premi.

Numerose le location che hanno accolto le sue opere, tra le più prestigiose, le personali di pittura e letteratura nella Biblioteca Comunale “F. Iannella” di Sabaudia, al Museo Manzù di Ardea, al Museo Emilio Greco di Sabaudia, alla Galleria Sallustiana di Roma, le collettive al Teatro Greco di Roma, La Galleria Arte Maggiore di Roma, alla Galleria Agostiniana, ai Dioscuri del Quirinale, in via Margutta, La Galleria Il Leone di Roma con TeleThon in due sedi della B.N.L. ed ancora le mostre Internazionali all’Istituto Italiano di Cultura di Vienna, e a Le Carrousel du Louvre di Parigi.

 Fra i numerosi premi ricevuti, spiccano il premio Ostia 1996 per la poesia, il premio della Piaggio 1998 Pontedera per la poesia, mentre per la scultura, i prestigiosi premi Carlo Riccardi nella 2° Edizione, il  Premio Antonio de Curtis “Totò” 18° edizione. Il Riconoscimento come “Ambasciatore dell’Arte nel Mediterraneo 2016.

Le sue sculture  inoltre sono inserite in vari cataloghi d’Arte e,riviste del settore, fra di essi i più prestigiosi: il 51° CAM Giorgio Mondadori 2016, L’elite News 2016 e nell’ultimo volume della collana “il Volto dei Volti – Cristo”, 19 tomi che racchiudono una straordinaria indagine scientifica condotta da studiosi, cultori di storia, teologia, medicina, arte e sindologia e curata dall’Istituto Internazionale di Ricerca sul Volto di Cristo, ed in altri cataloghi e riviste d’Arte.

Si sono occupati di lui gli Organi di Stampa e TV:

 L’Osservatore Romano, L’Avvenire, Il Corriere della Sera, Il Messaggero di Roma, Il Messaggero di Latina, Il giornale della Provincia, Il Giornale di Latina, Il Tempo di Roma, Il Tempo di Latina, Latina Oggi, Il Giornale di Ostia, Il Giornale del Lazio, La Piazza di Latina, La Provincia di Latina, Blu Mag, Il Caffè di Aprilia, Il Caffè dei castelli, Il Pontino di Aprilia, Il Giornale dei Castelli Romani, Informare, L’Ardeatino, Anteprima di Latina, stampa online.

Rai, T9, Extra tv, Lazio tv, Canale 10.

Le sue opere sono in varie collezioni private, luoghi pubblici, in varie Chiese,  una copia della scultura di San Giovanni Paolo II, è posta nella Sala Stampa della Santa Sede – Città del Vaticano