pubblicazione Oltre l’Incantesimo Donna 2002

 

Oltre l’Incantesimo DONNA

di Ignazio Colagrossi – Edizioni Kappa

 in occasione della ricorrenza della festa della donna  (2002)

Sin da piccolo, ho avuto la netta sensazione per la quale, la persona che non ha avuto alcuna correlazione con l’altro sesso, sia carente di una parte di completezza personale, la quale, si acquisisce appunto, con il relazionarsi.“dedicato alla dimensione femminile, per avermi donato lungo il percorso della vita, il complemento del mio essere”

Prefazione di: Mario Morcellini, direttore del Dipartimento di Sociologia e Comunicazione, ordinario di Sociologia della Comunicazione presso l’Università ” La Sapienza” di Roma.

La grande trasformazione che ha investito la cultura e la società italiana a partire dall’avvento della cosiddetta “società dei consumi” ha posto la donna in una nuova condizione sociale, conferendole nuove responsabilità, ma soprattutto inedite chance rispetto alla tradizione culturale della società ancien régime. Si tratta di responsabilità e compiti sempre più gravosi a cui, tuttavia, non sembra corrispondere culturalmente il riconoscimento effettivo di un nuovo status sociale. In un clima culturale fortemente caratterizzato dall’affannosa rincorsa individuale al soddisfacimento dei soli bisogni strumentali dell’esistenza umana, il valore e la portata sociale della donna o, come preferisce l’autore, “dell’essere donna”, sono infatti elementi continuamente ignorati, messi in disparte o, peggio, strumentalizzati da una cultura irrimediabilmente maschilista che cataloga diversamente l’importanza sociale di uomini e donne. In encomiabile controtendenza, “Oltre l’incantesimo donna” alza un inno alla donna, un cantico romantico in grado di illuminare le infinite doti ed i molteplici attributi ascrivibili all’universo femminile. Musa ispiratrice e attenta consigliera, generatrice di vita, passioni e soprattutto autentica depositaria dei sentimenti umani: nell’opera di Ignazio Colagrossi la donna si staglia finalmente come figura che armonizza e completa “l’essere uomo”. Nelle intenzioni e negli esiti, “Oltre l’incantesimo donna” è quindi un doveroso riconoscimento rivolto ad ogni figura femminile che, agli occhi dell’autore, abbia completato, armonizzato ed arricchito la sua dimensione umana, facendo irrompere passioni ed emozioni, gioie ed entusiasmo, fino a giungere ad elogiare l’altruismo della donazione degli organi di Marta Russo. In conclusione, mi preme sottolineare come la poetica di Ignazio Colagrossi, sebbene sobria e pacata, non manchi di incisività e determinatezza stilistica: nel suo sviluppo si compensano armoniosamente suoni dal ritmo discreto e dai colori intensi che, nel loro complesso evocativo, rivelano una personalità romantica ed idilliaca ma, al tempo stesso,  modernamente frenetica.


Alcune poesie incluse del libro tra di esse “Quando Morirò” sulla donazione degli organi dedicata a MARTA RUSSO donata ai genitori in occasione dell’anniversario della morte, esprimendo il mio pensiero, e nel contempo sottolineare il gesto di grande cultura d’animo della famiglia Russo, nel donare, senza esitare, gli organi di Marta, per continuare: LA VITA


vedi foto     rassegna stampa   riconoscimenti


QUANDO MORIRÒ

Quando morirò
non morirò ……
mi porterò in ricordo
l’averti voluto e avuto
ancora in vita.

Quando morirò
veglierò quel lungo sonno
aspettandoti comparire
lucente… di luna piena.

Quando morirò
non morirò …..vorrò
ancora saperti …..


DI AVERTI… L’ILLUSIONE

Vorrei i mille tempi

aver vissuto
per solo l’illusione avere
di averti conosciuto
avere come l’ape
la costante
ricerca del suo fioretanto amato
curandolo
di scorie di vissuto
con nettaroso unguento

a me spremuro


DI DONNA… IL CANTATORE

Di donna …
il cantatore sono
il fine dicitore 
ne canto e canterò
le grandi doti
d’amore e di dolore
quando di lei
mi sazierò
il suo sapere vi darò
… in pasto!